detrazioni fiscali 2017

Chi? Come? Quanto?

Una breve guida per orientarsi e richiedere le agevolazioni fiscali per Ristrutturazione edilizia.

Chi può richiederle:

Possono beneficiare delle detrazioni fiscali per l’anno 2017:

  • il proprietario dell’immobile;
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie) sull’immobile;
  • l’inquilino o il comodatario dell’immobile;
  • i familiari conviventi del titolare dell’immobile;
  • i soci di cooperative dell’immobile aziendale;
  • i soci delle società semplici dell’immobile aziendale;
  • gli imprenditori individuali dell’immobile aziendale (esclusi immobili strumentali o merce).

Come richiederle:

Per richiedere le detrazioni fiscali 2017 Progetto & Casa ti aiuterà in ogni suo passaggio.

Puoi richiedere di usufruire delle agevolazioni  indicando nella dichiarazione dei redditi i dati catastali del tuo immobile e presentando i seguenti documenti:

  • Concessione, autorizzazione o comunicazione di inizio lavori ovvero una dichiarazione sostitutiva.
  • Domanda di accatastamento solo per gli immobili non censiti.
  • Ricevute di pagamento dell’Imu (se prevista).
  • Delibera dell’assemblea di condominio con approvazione dell’esecuzione dei lavori con tabella millesimale di ripartizione delle spese.
  • Comunicazione inviata all’ASL (se obbligatoria).
  • Fatture e ricevute fiscali delle spese sostenuti per i lavori di ristrutturazione.
  • Ricevute dei bonifici di pagamento.

Quanto richiedere:

Per le agevolazioni fiscali dovute alle spese di ristrutturazione immobili  sono previste le seguenti percentuali:

  • 65% per interventi di ristrutturazione per migliorare l’efficienza energetica dell’immobile.
  • 50% per interventi di ristrutturazione che non riguardano il miglioramento dell’efficienza energetica.
  • Dal 50 al 80% per interventi di ristrutturazione per l’adeguamento dell’immobile alle norme antisismiche.

 

Scarica la guida “RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI